mercoledì 21 ottobre 2009

Traffico di organi

Notizia 15 ottobre 2009 11:36
I clienti israeliani hanno pagato 120.000 dollari Usa per l'offerta complessiva: aereo, soggiorno, pensione completa e... un nuovo rene trapiantato in un ospedale del Sudafrica. Spesso i donatori arrivavano dal Brasile, l'espianto veniva eseguito da chirurghi di fama, il compenso per l'organo donato era di 10.000 dollari.
Questo genere di traffico illegale è fiorente più che mai. Il 10% dei 68.000 trapianti di reni eseguiti al mondo in un anno è di natura illecita perché la richiesta è di gran lunga superiore all'offerta. Nell'Ue, due anni fa 58.000 persone erano in attesa di un rene, di un fegato o di un cuore nuovo, ma solo 26.000 hanno fruito del trapianto. Ogni giorno 12 persone muoiono nella Comunità europea per l'indisponiblità di organi. E' chiaro che più lunga è l'attesa e più aumenta la disponibilità a rivolgersi al mercato nero.
Il traffico illegale di organi è illustrato nel rapporto di 98 pagine che l'Avvocato di Stato austriaco Carmen Prior e il ricercatore Usa Arthur Caplan hanno compilato per il Consiglio d'Europa. Lo hanno presentato il 14 ottobre a New York.