domenica 22 novembre 2009

IL 43% aventi diritto non conosce la Social Card

@@weblog
22 novembre 2009 11:19
ADICO: il 43% aventi diritto non conosce la Social Card

Ad un anno esatto dall’entrata in vigore della social card sono state accolte solo 627mila richieste e circa 450mila sono i beneficiari attuali di fronte a una previsione governativa di un milione e 300mila persone.
”La colpa del fallimento sono molteplici; dalle procedure di accesso troppo rigide e strette, a coloro che hanno deciso di non richiederla perché si vergognano di esibirla in pubblico definendola una dichiarazione ufficiale del proprio status di socialmente indigente” spiega il presidente dell’ADICO, Carlo Garofolini.
Da un’indagine dell’ADICO, risulta che “il 43% dei potenziali aventi diritto la social card è un oggetto tanto misterioso da non farne neppure richiesta”.
Dall’ADICO spiegano che “la carta vale 40 euro al mese; viene carica bimestralmente; ne possono fare richiesta pensionati e coppie con figli al di sotto dei tre anni, con un reddito inferiore a 6mila euro l’anno o a 8mila se si ha un’età pari o superiore a 70 anni; avere un Isee inferiore a 6mila euro; non essere intestatario di più di una utenza elettrica e del gas; non essere proprietario di più di un autoveicolo; non detenere una quota superiore al 10% di immobili non a uso abitativo”.
Gran parte delle carte sono andate al Sud Italia, con la Sicilia a farla da campione; altre regioni quali il Veneto sono state penalizzate perché molti anziani pur avendo limiti di reddito sotto i seimila euro risultano avere per esempio una cantina.
Carlo Garofolini fa sapere in una nota “che in Veneto a gennaio 2009 sono state rilasciate solo 12mila carte, contro le 100mila della Campania” e aggiunge che “sarebbe stato più semplice e più dignitoso mettere i soldi direttamente nelle pensioni degli anziani”.