mercoledì 4 novembre 2009

Sarà più facile cambiare c/c

@@weblog
4 novembre 2009 17:28
Sarà più facile cambiare c/c

“Nonostante, il processo di liberalizzazione attuato da un paio di anni per spostare il conto corrente da una banca all’altra i consumatori lamentano ancora parecchi ostacoli” fanno sapere dalla segreteria dell’ADICO.
“Una situazione comune a tanti consumatori che continuano a restare frenati da procedure complicate, mantenendo il proprio conto nello stesso istituto anche per decenni” dichiara il presidente dell’ADICO, Carlo Garofolini.
Una mancanza di mobilità che all’Unione Europea non è mai andata giù, così, dopo l’adozione nel dicembre 2008 da parte dell’Ebic, ovvero il Comitato europeo dell’industria bancaria, dei “Principi comuni in materia di trasferimento di conti bancari”, dal 1° novembre le disposizioni (IP/08/1841) sono state recepite anche nei singoli Stati membri dalle associazioni bancarie nazionali.
“Una grande novità, quindi, per tutti i consumatori che d’ora in avanti troveranno la strada spianata quando decideranno di trasferire il proprio conto corrente da una banca all’altra nel proprio Paese” aggiunge il presidente dell’ADICO; inoltre “gli stessi istituti bancari saranno tenuti a offrire assistenza al consumatore nel chiudere il vecchio conto e nel trasferire il saldo restante al nuovo conto”.
Così, in base ai Principi comuni in materia di trasferimento di conti bancari adottati dal settore bancario europeo alla fine dello scorso anno, se un consumatore desidera cambiare banca il nuovo istituto bancario agirà da referente principale ed offrirà la propria assistenza durante l’intero processo di trasferimento del conto corrente. Sarà questa banca a trattare con la vecchia banca, assicurando che il trasferimento dei pagamenti ricorrenti del cliente, quali addebiti diretti ed ordini permanenti, si svolga in modo non problematico e rapido.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito http://ec.europa.eu/internal_market/finservices-retail/mobility/baeg_en.htm