giovedì 10 dicembre 2009

Carte di credito e bancomat ancora snobbati dagli italiani

In Italia oltre il 92% del totale dei pagamenti avviene in contante e, "malgrado i progressi nell'ultimo decennio, la quota pro-capite di pagamenti, bancari e postali, effettuati in Italia con strumenti elettronici e' alquanto esigua: nel 2008 appena 65 operazioni per abitante, contro circa 150 nell'Unione Europea con punte fino a 250 (e oltre) operazioni in paesi quali Francia, Olanda e Regno Unito". Lo ha sottolineato Andrea Enria, Capo del Servizio normativa e politiche di vigilanza della Banca d'Italia. Enria ha peraltro rilevato che in Italia "si registra un significativo sviluppo del mercato delle carte prepagate, che presentano livelli di utilizzo analoghi a quelli rilevabili negli altri Paesi europei (1,4 operazioni per abitante) grazie a un elevato tasso di crescita, negli ultimi quattro anni ben 6 volte superiore alla media europea: circa il 37% contro il 6 per cento".