sabato 20 marzo 2010

Contributi per ecocase, cucine, elettrodomestici, motocicli, ecc...

Il Consiglio dei ministri ha varato il decreto legge che finanzia i settori in crisi.
Il decreto – spiegano dalla segreteria dell’ADICO – prevede un contributo per chi vuole comprare la cucina nuova, elettrodomestici, ecocase, internet, motori per barche e motocicli.
L'incentivo di maggior rilievo e’ previsto per l’ acquisto di abitazioni in grado di garantire un risparmio energetico del 30% rispetto ad alcuni valori standard identificati in un decreto del 2005. A questi nuovi immobili e’ stato assegnato un contributo pari a 83 euro per metro quadrato di superficie utile (con un massimo di 5.000 euro) per immobili. Ma lo sconto sale a 116 euro al metro quadrato – con il tetto massimo di 7.000 euro – se i consumi energetici migliorano del 50%.
Per quanto riguarda l’acquisto di una cucina, il decreto prevede uno sconto del 10% del costo
fino a 1.000 euro per la sostituzione dei mobili con altri componibili e degli elettrodomestici da incasso ad alta efficienza.
Coloro che opteranno per la sola sostituzione di un singolo elettrodomestico, e’ prevista una serie differenziata di sconti a condizione che gli elettrodomestici siano di classe energetica A+ e dotati delle più aggiornate misure di sicurezza. Nello specifico, per le lavastoviglie lo sconto e’ del 20% fino ad un massimo di 130 euro; stesso bonus per i forni elettrici e i piani cottura ma il limite in questo caso sono 80 euro; per la cappa elettrica si arriva ad un tetto di 500 euro, sempre con il 20% di sconto.
Nel dl incentivi arriva anche un bonus per Internet veloce per i giovani.
Ed ancora. Arrivano sulle due ruote un po’ di milioni di euro. Ci sono, infatti, contributi di 750 euro per chi cambia il vecchio motorino inquinante Euro 0 o Euro 1 con uno nuovo di categoria Euro 3, fino a 400 cc di cilindrata o con potenza non superiore a 70 kw. Ma lo sconto sarà doppio (20% fino a un massimo di 1.500 euro) se il veicolo e’ elettrico.
Previsti aiuti anche per la nautica (lo sconto e’ del 20% con tetto di 1.000 euro per la sostituzione di motori fuoribordo di vecchia generazione con nuovi motori a basso impatto ambientale fino alla potenza di 75 kw) e per le macchine agricole (per le gru a torre che si usano nell'edilizia stesso sconto del 20% ma il valore massimo e’ 30mila euro).
“Detto che gli incentivi scatteranno dal prossimo 15 aprile, va anche chiarito subito che il loro accesso sarà condizionato dal fattore velocità con cui il venditore presenterà la domanda” spiega il presidente dell’ADICO, Carlo Garofolini “perché appena finiranno le risorse messe a disposizione il contributo si bloccherà”.