venerdì 2 aprile 2010

Con l'esodo di Pasqua arriva la stangata alle pompe

"E' maxi-stangata di Pasqua sul fronte dei carburanti": lo afferma l’ADICO, che ha elaborato i dati relativi ai prezzi di benzina e gasolio, confrontandoli con i listini in vigore lo scorso anno nel periodo di Pasqua. "Oggi la benzina sfiora quota 1,370 euro al litro, mentre il gasolio arriva a costare oltre 1,200 euro/litro. Lo scorso anno, in occasione delle vacanze di Pasqua, la benzina costava mediamente 1,214 euro/litro e il diesel 1,074 euro/litro. Visto che la matematica non è un'opinione – afferma il presidente dell’ADICO , Carlo Garofolini – i conti sono presto fatti: chi deciderà di partire per le vacanze di Pasqua, dovrà mettere in conto rispetto allo scorso anno un aggravio di spesa pari a 10,00 euro per un pieno di benzina, e 8,00 euro per un pieno di gasolio. Si tratta di aumenti stratosferici che peseranno come macigni sulle tasche degli automobilisti – fanno sapere dall’ADICO.
Ancora una volta - conclude Carlo Garofolini – l'esodo degli italiani diventa l'occasione per rincari selvaggi alla pompa, a tutto beneficio delle compagnie petrolifere, dimostrando come nel nostro paese manchino del tutto strumenti in grado di limitare la crescita fuori misura dei listini, e controllare che l'andamento dei prezzi alla pompa sia in linea con le quotazioni internazionali del petrolio.