giovedì 15 aprile 2010

Ecco tutte le novità e le scadenze introdotte nel mod. “730″

“Entro il 30 aprile i lavoratori dipendenti e i pensionati dovranno presentare al proprio datore di lavoro o all’ente pensionistico il modello 730 relativo alla dichiarazione dei redditi percepiti nel 2009; mentre per chi si avvale dell’aiuto di un Caf o dei professionisti la scadenza e’ lunedì 31 maggio” ricordano dall’ADICO.
Ricordo che eventuali richieste di detrazioni o rimborsi – spiega il presidente dell’ADICO Carlo Garofolini – verranno corrisposti con la retribuzione o con la pensione nella busta paga da luglio o sulla rata di pensione da agosto o settembre.
Dalla segreteria dell’ADICO ecco in sintesi le principali novità:
Per quanto riguarda l’acquisto delle medicine, prodotti omeopatici, prodotti galenici e medicinali da banco, la detrazione spetta se la spesa e’ certificata dallo scontrino parlante in cui devono essere specificati la natura, la qualità e la quantità dei prodotti acquistati nonché il codice fiscale del destinatario, mentre non serve più allegare la fotocopia delle ricette per ottenere la detrazione del ticket.
Capitolo a parte per i mutui sulla prima casa: c’e’ la possibilità di portare in detrazione, nella misura del 19% dall’Irpef, gli interessi pagati nel corso dell’anno sulle rate per un importo fino a 4 mila euro. Mentre gli interessi per la costruzione e la ristrutturazione della prima casa si possono scaricare presentendo la copia del contratto di mutuo e la concessione edilizia (o la Dia rilasciata dal Comune).
Sul fronte della scuola, si scaricano le spese per la secondaria, l’università, il master e il dottorato, allegando la copia della quietanza di pagamento. Mentre per le spese dell’iscrizione annuale e gli abbonamenti delle associazioni sportive e delle palestre per ragazzi tra i 5 e i 18 anni va prodotta la ricevuta da cui risultino i dati personali.
Possono essere detratte, altresì, le spese per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza, quelle funebri (tramite la fattura) e i premi per le assicurazioni sulla vita, contro infortuni, invalidità (in questo caso e’ necessaria la copia della quietanza di pagamento).
Infine, le spese di casa. Si può detrarre il 20% sostituendo frigoriferi e congelatori con apparecchi di classe energetica non inferiore alla A+. Per farlo e’ necessario la fattura con i dati dell’elettrodomestico nuovo e le modalità di smaltimento di quello vecchio.
Stesso bonus per l’acquisto di televisori, pc e mobili per l’arredo della casa in ristrutturazione. In questo caso bisogna allegare il bonifico e tutti i documenti che attestano che si fruisce della detrazione del 36% per manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari residenziali iniziati dal 1° luglio 2008.
Per gli interventi di risparmio energetico la detrazione ammonta, invece, al 55%. E’ necessario presentare l’asseverazione di un tecnico abilitato che attesti la rispondenza dell’intervento ai requisiti, la ricevuta dell’invio dei documenti all’Enea e l’eventuale comunicazione all’Agenzia delle Entrate inviata entro il 31 marzo 2010 per lavori sostenuti e non finiti nel 2009.
Gli interventi per la manutenzione straordinaria e la ristrutturazione edilizia sono detraibili al 36% allegando le ricevute dei bonifici, gli attestati di versamento delle ritenute sui compensi dei professionisti e la ricevuta della raccomandata della comunicazione.